Sito internet dei Condomini o del SuperCondominio.

Su richiesta dell’assemblea, che delibera con la maggioranza di cui al secondo comma dell’art. 1136 del codice, l’amministratore è tenuto ad attivare un sito internet del condominio che consenta agli aventi diritto di consultare ed estrarre copia in formato digitale dei documenti previsti dalla delibera assembleare.

Le spese per l’attivazione e la gestione del sito internet sono poste a carico dei condomini.

Pubblicità

Tanto dispone l’art. 71-bis delle disposizioni di attuazione del codice civile, introdotto ex novo dalla legge n. 220/2012 (Legge di riforma del condominio).

La nuova disposizione offre la possibilità (non è un obbligo) di attivare un sito internet per consentire di gestione il condominio in maniera trasparente, semplice e veloce sfruttando i moderni mezzi informatici.

Ma c’è anche l’altra faccia della medaglia.

L’utilizzo del web pone delicati problemi di tutela della riservatezza dei condomini, anche in considerazione del fatto che la norma non fa cenno ai contenuti del sito, rinviando alle determinazioni assunte dall’assembleare con la delibera di attivazione del sito.

È quanto mai necessario, dunque, individuare i dati che possono (e non possono) essere pubblicate online, nonché adottare una serie di accorgimenti tecnici per garantire la riservatezza dei dati trattati, in conformità alla normativa vigente.

Quest’ultima – si badi! – deve tenere conto non solo della normativa interna, e quindi del d.lgs. 196/2003 (Codice Privacy), ma anche di quella sovrannazionale (rectius comunitaria). A partire dal prossimo maggio 2018 entra a pieno regime, infatti, il Regolamento Privacy Europeo, n. 2016/679 (G.D.P.R.).

Pertanto massima premura ed attenzione a concetti di privacy by design e by default, Data Protection Officer, cifratura dei dati ed data breach.

Ovviamente, come più volte manifestato, BorgoSanBasilio.it si mette a disposizione gratuitamente al pubblico dell’intero complesso per aumentare la trasparenza, l’efficienza ed il buon andamento della gestione di amministrazione condominiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *